Accessori featured L'esperta risponde

I ferri per gli allergici al nickel

Set Knit Pro in bambù con connettori ipoallergenici placcati oro
Scritto da Alice Twain

L’allergia al nickel si manifesta in primis per contatto, i ferri in materiale metallico hanno forte probabilità di scatenare la reazione dermatologica.

Bella la borsa in tessuto verde

Bella la borsa in tessuto verde dei Knit Pro dritti in bambù

L’allergia al nickel, in vari gradi di gravità, si calcola che colpisca il 10% delle donne occidentali: una diffusione crescente che alcuni attribuiscono soprattutto all’abitudine di indossare orecchini e piercing. Per chi ne è affetto, l’allergia impatta fortemente sulla vita quotidiana: il nickel è un minerale presente in moltissimi cibi ma anche in quasi tutti i metalli. Per chi lavora a maglia il rischio riguarda anche gli strumenti che utilizza: dato che l’allergia al nickel si manifesta in primis per contatto, i ferri in materiale metallico hanno forte probabilità di scatenare una reazione dermatologica. Per i ferri dritti e i ferri a due punte i problemi sono limitati, data la diffusione di ferri dritti interamente in materiale ligneo o in bambù (quando non in plastica) come quelli di Knit Pro o i Takumi Clover, maggiori sono i problemi per i ferri circolari.

Set Knit Pro in bambù con connettori ipoallergenici placcati oro

Set Knit Pro in bambù con connettori ipoallergenici placcati oro

Sicuramente da escludersi sono i ferri in ottone nichelato come quelli metallici di Knit Pro o Addi. I ferri circolari Knit Pro hanno elementi metallici in ottone nichelato anche quando il corpo dell’ago è in altro materiale: le versioni in resina e legno e in metacrilato hanno raccordi in ottone nichelato, mentre quella in fibra di carbonio ha sia raccordi che punte in ottone nichelato. Tuttavia, Knit Pro ha scelto di realizzare i suoi circolari in bambù con raccordi in ottone placcato oro 24k: questa scelta non è legata a una questione squisitamente estetica o di prestigio ma proprio per minimizzare il rischio di reazione allergica. Queste punte possono avvitarsi su qualsiasi cavo Knit Pro, ma usando i cavi specifici con il connettore placcato oro, infatti, le reazioni allergiche potranno essere evitate.

Il set completo small + large di ChiaoGoo

Il set completo small + large di ChiaoGoo

Acciaio e plastica

Un altro metallo che contiene quantità trascurabili di nickel è l’acciaio inox. Sia Hiya Hiya che Chiaogoo hanno scelto l’acciaio come metallo principale per realizzare i propri aghi e ferri: nelle versioni metalliche solo la vite di raccordo (con cui non si entra mai in contatto diretto) è realizzata in ottone e il resto del metallo presente è solo acciaio, nelle versioni in bambù i raccordi sono in acciaio con viti (anche in questo caso con cui non si entra in contatto) in ottone. Per questo, i ferri di queste due marche sono ragionevolmente sicuri per le persone allergiche al nickel.

Un kit Denise in una bella custodia in tessuto

Un kit Denise in una bella custodia in tessuto

Per chi preferisce giocare totalmente sul sicuro, poi, ci sono i ferri Denise, interamente in resina sintetica (punte) e plastica (cavi). Tuttavia, questi ferri circolari sono poco pratici per chi preferisce lavorare con calibri piccoli: le punte più sottili tra quelle disponibili sono da 3,75 mm, ma il cavo particolarmente spesso rende scomodo il lavoro usando punte sotto i 4,5 mm (mentre è particolarmente comodo per lavorare con filati spessi e pesanti e punte grosse).

L'autrice

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su http://maglia.blogspot.com/). Ho scritto il manuale minimo di maglia “Ai ferri corti”, il mio blog personale è http://ferricorti.wordpress.com/.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: