Eventi

Di filo in filo: mostra tessile a Caraglio

Filatoio Rosso di Caraglio
Scritto da Valentina La Masca
Di filo in filo: mostra tessile a Caraglio, un avvenimento poco conosciuto ma imperdibile.
Di filo in filo: mostra tessile a Caraglio

Dettaglio della lavorazione a tombolo

Non tutti sanno di questa mostra mercato che si tiene da diversi anni a Caraglio, a pochi km da Cuneo. La splendida location è il Filatoio Rosso, ex setificio e ora edificio di interesse storico.
Il Filatoio è stato edificato tra il 1676-’78 per volere di Giovanni Gerolamo Galleani, e il complesso di filanda e filatoio costituisce la più antica fabbrica d’Europa ancora esistente. Il Filatoio è rimasto in funzione come fabbrica di filati di seta fino alla metà degli anni ’30 del ‘900. Tra il ’39 e il ’43 è stato convertito in caserma, per poi cadere gradualmente in disuso. Il recupero della struttura è avvenuto nei primi anni 2.000 grazie al lavoro della Fondazione Filatoio Rosso.

Di filo in filo: mostra tessile a Caraglio

Sciarpe a telaio

Oggi il fabbricato accoglie sia un espositivo che ospita mostre temporanee d’arte che il permanente Museo del Setificio Piemontese. Inutile dire che la visita dell’edificio da sola varrebbe il tempo di una gita a Caraglio, porta della Valle Grana.

Un motivo ulteriore per fare visita a questa bella cittadina è, come scritto in apertura, la mostra Di filo in filo (organizzata dall’associazione omonima) che si terrà il 10 e 11 giugno 2017  proprio nei locali del Filatoio Rosso.

Lì si svolge quella che è una manifestazione unica nel suo genere nel territorio del cuneese. Visitare questa mostra mercato significa immergersi in una realtà fatta di piccoli artigiani interessati più di tutto a trasmettere la propria passione. Si potranno acquistare i prodotti esposti, ma attenzione: non troverete una serie di bancarelle tra cui darvi allo shopping sfrenato. Troverete persone appassionate ed aperte al dialogo, felici di raccontarvi tutti i dettagli del loro lavoro.

Coperte blu tradizionali della Valle Grana, immancabili nei corredi nuziali. Di filo in filo, mostra tessile a Caraglio

Coperte blu tradizionali della Valle Grana, immancabili nei corredi nuziali.

Lo scopo principale della mostra è proprio quello di promuovere ed esaltare il valore dell’artigianato. Per questo viene dato spazio a prodotti locali e quanto più possibile naturali.

Tra i prodotti esposti, filati (seta, lana, canapa, …), strumenti per il lavoro, accessori, tessuti, capi finiti e altro ancora. Da non perdere la parte di esposizione dedicata ai manufatti storici. Quest’anno verrà dato spazio alla tradizione del ricamo, fulcro della produzione tessile caragliese. Potremo osservare da vicino accessori degli anni ’50 che componevano i corredi delle spose della Valle Grana (e non solo).

Di filo in filo, mostra tessile a Caraglio

Di filo in filo visione di insieme

Prima di scrivere questo articolo ho incontrato la presidentessa dell’associazione Di filo in filo, Vincenza Giordano, e la sua collaboratrice Marisa Cavallera, per farmi raccontare qualcosa in più su questa mostra. Le ringrazio per il tempo che mi hanno dedicato e per le foto che hanno fornito. Purtroppo, per ragioni di spazio ho dovuto tagliare gli interessanti excursus sulla storia del tessile nella bassa Valle Grana. Chissà che non ci rifaremo in un altro contesto…

L'autrice

Valentina La Masca

Appassionata di uncinetto tunisino, da cui non si stacca più e di cui parla e scrive come se non ci fosse un domani, Valentina vive a Cuneo e adora le sue valli e la Liguria di Ponente.
Su Ravelry è ValentinaOP, e la sua pagina su Facebook è OldenPatterns.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: