Eventi

Elena Nodel non ce l’ha fatta

Scritto da Alice Twain

Nonostante le cure, Elena Nodel non è riuscita a sopravvivere al secondo tumore che l’aveva aggredita. La notizia è stata data tramite Facebook da suo marito nel messaggio di commiato.

La battaglia con il tumore della designer Elena Nodel è finita il 13 giugno. La deigner canadese era riuscita a unire il mondo della maglia nel tentativo di aiutarla a pagarsi le cure per un tumore estremamente aggressivo.
Una delle ultime foto di Elena Nodel

Una delle ultime foto di Elena Nodel, assieme al suo cane

Nonostante le cure, Elena Nodel non è riuscita a sopravvivere al secondo tumore che l’aveva aggredita. La notizia è stata data tramite Facebook da suo marito nel messaggio di commiato che traduciamo qui in calce.

14 giugno 2017

Sono incredibilmente addolorato di dover comunicare che Elena è morta la mattina del 13 giugno. Ha combattuto così duramente. Vorrei aver potuto fare di più, tutti abbiamo provato ad aiutarla. Mi è impossibile ringraziare abbastanza per tutto ciò che avete fatto per Elena e per a nostra famiglia. Elena trovava commovente il vostro amore e supporto. Terrò la campagna aperta per qualche tempo per permettere a tutti coloro che lo desiderino di dire quanto hanno in animo. Le vostre parole l’hanno sempre sollevata e lei ed io ne saremo sempre grati. Per concludere, vorrei condividere con voi alcune parole per Elena, la mia amata moglie.

Cara Elena,

Ti amo. Con te mi sentivo completo; due pezzi di un puzzle che combaciavano ed erano disegnati per stare assieme. Due persone che diventavano una sola. Eri tutto per me; il mio mondo intero; il mio nord, sud, est ed ovest. Anche se mi sei stata strappata così presto nel corso del nostro viaggio, so che sentirò per sempre la tua presenza al mio fianco. La forza dell’amore che abbiamo condiviso durerà per sempre.

Il nostro amore ha dato vita a Maya. Una luce che ci illuminerà per sempre e che ci ha ispirati a sforzarci di ottenere una vita migliore. Vedo te in lei, esattamente come in lei vedevi me. Eravamo una famiglia, perfetta e amorevole. Negli anni che verranno, sarò al suo fianco, tenendola al sicuro e dando tutto ciò che posso per farla felice. E so che in questi anni anche tu sarai al nostro fianco, aiutandomi a insegnarle e amarla. Ci mancherai. La vita che Maya ed io vivremo da questo giorno in poi sarà un tributo alla fantastica persona che eri. Ti ricorderemo sempre. Così come Maya è stata la stella che splendeva su di noi, così tu sarai la stella su Maya e me per sempre.

Una delle più importanti cose che ho fatto nella mia vita è stata aiutarti ad aspirare di essere un’artista. Abbiamo lavorato assieme e, fianco a fianco, abbiamo costruito qualcosa che resterà come testimonianza del nostro amore e del tuo talento. Eri una tale luce nella comunità della maglia. Sono così orgoglioso di te. La tua luce splendeva su talmente tante persone ed era così brillante che continuerà a splendere per molto tempo. Mancherai a molti, eppure ti lasci alle spalle così tanto che ci permetterà di ricordarti.

Addio amore mio. Avvertirò il tuo amore ogni volta che il sole splenderà su di me e sentirò la tua voce in ogni cinguettio d’uccello. Addio amore mio.

Peter.

 

L'autrice

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su http://maglia.blogspot.com/). Ho scritto il manuale minimo di maglia "Ai ferri corti", il mio blog personale è http://ferricorti.wordpress.com/.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: