L'esperta risponde

Tunisino: quanto ci vuole per finire un progetto?

elshelbey's Tunisian circle potholder
Scritto da Valentina La Masca
Rosita ci chiede: “più o meno quanto tempo ci vuole per finire un progetto con l’uncinetto tunisino?”.

Rosita, che domandona ci hai fatto! Dare un tempo oggettivo per finire un progetto è impossibile, ma possiamo fare alcune riflessioni.

Premetto che l’uncinetto tunisino non fa caso a sé. Per questa tecnica valgono gli stessi principi di massima applicabili alla maglia ed all’uncinetto “classico”. Tradotto significa che, esattamente come per le altre tecniche, una prima risposta alla tua domanda è: dipende.

Per approfondire, vediamo alcuni fattori che possono influire sulla velocità di esecuzione di un progetto:

  • in primis, la velocità della persona che lavora. Certo: non lavoriamo tutti alla stessa velocità! Io mi reputo media, mentre ad esempio alcune mie tester sono molto più rapide di me: a parità di progetto, per esempio, io impiego 7 giorni e loro 3 o 4;
  • altro fattore che influisce molto è lo spessore del filato con cui si lavora, e di conseguenza il calibro dell’uncinetto. Se usiamo un filato lace oppure un filato bulky, con uncinetto di calibro proporzionato, noteremo una netta differenza nella rapidità di esecuzione;

  • se si parla di un capo di abbigliamento, bisogna considerare la taglia che si vuole realizzare. Per fare un maglione da adulto servirà un determinato tempo, per farne uno da neonato ne servirà un po’ meno;
  • ultimo ma non meno importante, la complessità intrinseca del modello. Uno scialle in pizzo molto elaborato richiederà evidentemente più tempo di una presina a punto tradizionale! Allo stesso modo, magari un maglione da bambino con punti molto complessi, richiederà lo stesso tempo di un maglione da adulto lavorato a punto tradizionale.

C’è poi un fattore a parte, che ho volutamente escluso dall’elenco sopra perché merita un discorso approfondito: la noia.

Ebbene sì: alcuni si annoiano a realizzare un progetto ripetitivo, per quanto semplice sia. Ci lavorano per pochi minuti al giorno, prolungandone la durata, oppure lo lasciano a metà, senza mai finire il progetto. Non parlo per esperienza diretta perché a me i lavori ripetitivi rilassano, ma se invece voi siete soggetti alla noia basterà scegliere progetti stimolanti per ritrovare la voglia di uncinettare con solerzia!

E un consiglio generale per diventare più veloci?

In generale, per essere più veloci spesso basta fare pratica. Noiosa, banalissima pratica. Se si è agli inizi con una tecnica, l’ideale è cimentarsi prima con progetti rapidi e semplici di loro, in modo da ottenere subito un risultato gratificante e al tempo stesso prendere la mano con lo strumento. Una volta presa la mano, si lavorerà in modo più spedito, quindi anche progetti più complessi richiederanno meno tempo.

Se siete alla ricerca di progetti con cui fare pratica, potete provare a realizzare delle presine, tanto per cominciare, imparando nuovi punti e nuove costruzioni. Se preferite l’abbigliamento e siete già in grado di dominare i punti più semplici, invece, avevo già individuato per i nostri lettori alcuni capi in pizzo semplici e gratuiti, perfetti per i principianti.

In un post a seguire troverete suggerimenti per modelli ad uncinetto tunisino per tutti i gusti e tutte le necessità, quindi continuate a seguire gli aggiornamenti!

Se vi piace l’uncinetto tunisino, iscrivetevi al gruppo Facebook di Valentina e VeruskaTunisino, uncinetto di-vino“!

** Se hai dubbi e problemi relativi alla lavorazione a maglia o all’uncinetto, scrivi alla redazione e chiedi alle nostre esperte, cercheremo di pubblicare le risposte quanto prima possibile.

L'autrice

Valentina La Masca

Appassionata di uncinetto tunisino, da cui non si stacca più e di cui parla e scrive come se non ci fosse un domani, Valentina vive a Cuneo e adora le sue valli e la Liguria di Ponente.
Su Ravelry è ValentinaOP, e la sua pagina su Facebook è OldenPatterns.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: