Curiosità

PESCE D’APRILE! Il gomitolo di Jurassic Park: lana di dinosauro

Uno dei filati sperimentali ottenuti dalla facoltà di ingegneria de materiali del Politecnico di Milano
Scritto da Alice Twain

In arrivo i filati fantasia in piumino di dinosauro, un progetto degno di Jurassic Park e totalmente italiano.

La paleontologia e le tecniche transgeniche più avanzate ci offrono un’alterantiva totalmente naturale per i magnifici filati “eyelash”: la lana di dinosauro. Ed è un progetto italiano!

Sappiamo ormai da anni che i dinosauri non erano i bruti scagliosi a cui oltre un secolo di ricostruzioni ci hanno abituati. La maggior parte dei dinosauri, ormai è certo, erano coperti di piume. Di questo ne siamo oggi certi non solo grazie al ritrovamento di fossili di specie di transizione tra uccelli e dinosauri veri e propri. Negli ultimi anni hanno assunto particolare importanza i ritrovamenti di parti di dinosauro preservate in ambra.

Frammento di coda di dinosauro con piume ritrovata a Myanmar

Frammento di coda di dinosauro con piume ritrovata a Myanmar

Esattamente come in Jurassic Park, questi fossili ci hanno dato la possibilità di fare di più che studiare la morfologia di queste creature del passato. I frammenti di ambra contenenti fossili di dinosauro sono stati infatti acquisiti dalle università milanesi per un progetto congiunto che ha visto impegnati il Dipartimento di Biotecnologie e Bioscienze dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, capitanato dal micropaleontologo molecolare prof. Giovanni Michele Critoni, e il Politecnico, particolarmente con gli studenti di Ingeneria dei Materiali e quelli di Design della Moda. I giovani studiosi delle università milanesi hanno isolato il DNA di numerose specie di dinosauri del giurassico e del createo. Contrariamente a quanto mostrato nel popolare film, non hanno cercato di ridare vita ai dinosauri, un progetto troppo complesso per essere praticabile. Hanno solo riprodotto il DNA delle piume in laboratorio, facendo crescere piume di dinosauro transgeniche su campioni di pelle di pollo e tacchino.

I prodotti della ricerca

Tre filati sperimentali in lana di dinosauro e lana di pecora (quest'ultima tinta)

Tre filati sperimentali in lana di dinosauro e lana di pecora (quest’ultima tinta)

I risultati sono stati sorprendenti per la morbidezza e i colori sfolgoranti esibiti dal piumaggio di questi animali estinti, e hanno catturato immediamente l’attenzione del Politecnico. Qui l’ing. Alano De Monte ha immediatamente avviato, assieme al dott. Stefano Giochi del dipartimento di Design della Moda, un progetto che in tempi eccezionalmente brevi ha portato alla produzione di piccole quantità di filato misto in lana (tinta) e piumino di dinosauro (nel suo stato naturale).

Sono filati eccezionali“, ha dichiarato il dott. Giochi nel corso della conferenza di presentazione svoltasi quest’anno a Pitti Filati. “Le tonalità proprie del piumaggio dei dinosauri sono incredibilmente vivide e sfaccettate. La nuova tecnologia ci permetterà di produrre filati moda sempre più belli e vivaci, ma anche interamente naturali e non inquinanti“. L’ing. De Monte ha aggiunto “i colori naturali di questi piumaggi permetteranno anche di abbattare i costi di tintura e, soprattutto, l’impatto ambientale della produzione di filati“. Infine, Critoni ha precisato. “Di tutte le specie che abbiamo testato, quella che ci ha dato i risultati migliori è stata sicuramente il Triceratopo, che ha mostrato un piumaggio eccezionale per un erbivoro. Saranno necessarie ricerche ulteriori sul suo modo di vita per chiarire le ragioni di queste insolite cromie“.

Quando li troveremo sul mercato?

Ricostruzione moderna del Triceratopo con il suo vivacissimo piumaggio

Ricostruzione moderna del Triceratopo con il suo vivacissimo piumaggio

Il Politecnico, anche con il supporto della filatura Borgo de’ Pazzi, ha già prodotto alcuni filati sperimentali e pienamente utilizzabili, come quello nella foto che apre l’articolo. I filati, per ora, sono disponibili in quantità minime. Questo soprattutto perché la materia prima, il piumino di Triceratopo, è ancora prodotto unicamente in laboratorio. Sono tuttavia già in costruzione a Campi Bisenzio gli impianti per la realizzazione in serie della materia prima che permetterà di mettere in commercio i filati di dinosauro.

Intanto, piccoli quantitativi sono già stati usati per creare i capi destinati all’autunno-inverno di vari griffe che saranno presentati alla prossima Milano Fashion Week, oltre che per oggetti per la casa visitabili al Salone del Mobile di questa primavera.

L'autrice

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su http://maglia.blogspot.com/). Ho scritto il manuale minimo di maglia "Ai ferri corti", il mio blog personale è http://ferricorti.wordpress.com/.

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: