Curiosità Tecniche

Uncinetto tunisino a doppia punta

Uncinetto tunisino doppia punta Denise
Scritto da Valentina La Masca

Naturalmente le due punte hanno uno scopo ben preciso: grazie ad esse, infatti, utilizzando questo strumento si possono realizzare lavorazioni in tondo o altri punti particolari.

Vi siete mai chiesti come si può usare l’uncinetto tunisino a doppia punta? Scopriamo qualcosa in più su questo strumento particolare ed affascinante.

L’uncinetto tunisino a doppia punta è un cugino del normale uncinetto tunisino. Di solito si tratta di un uncinetto lungo circa 30 cm (ma può essere anche più corto, o addirittura più lungo), le cui punte spesso “si danno le spalle“. Anche nel caso in cui le punte non siano speculari, ciò che conta è che siano dello stesso calibro. Attenzione quindi a non confonderlo con gli uncinetti “da viaggio“, dotati di due punte di dimensioni diverse. Esistono anche uncinetti flessibili a due punte, in sostanza due uncinetti collegati da un cavo. Possono essere fissi oppure componibili, come quelli proposti da Denise. Il cavo offre il vantaggio di poter lavorare accessori più grandi (se si lavora in piano), rende più maneggevole lo strumento (soprattutto il cavo corto), e scarica meglio il peso del tessuto quando le dimensioni del lavoro sono importanti.

Uncinetto tunisino doppia punta Denise

Set di uncinetti tunisini componibili Denise

A che cosa servono le due punte?

Naturalmente le due punte hanno uno scopo ben preciso: grazie ad esse, infatti, utilizzando questo strumento si possono realizzare delle lavorazioni particolari. Ad esempio, si può ricorrere a questo tipo di uncinetto per lavorare in tondo, evitando o comunque riducendo le cuciture. Stay tuned: prossimamente pubblicheremo un post con link a risorse utili per imparare questa lavorazione!

Un’altra declinazione dell’uncinetto tunisino a doppia punta, forse meno conosciuta, è la creazione di tessuti double face ottenuti lavorando in piano. Questa tecnica, nota in inglese come cro-hook o cro-knit, è simile in tutto e per tutto all’uncinetto tunisino “classico”. Nel cro-hook, tuttavia, la riga di ritorno si lavora con un secondo filo e con la seconda punta, così come la successiva riga di andata. Qui potete vedere un video-tutorial che illustra bene i vari passaggi.

Perché provare l’uncinetto tunisino a doppia punta?

Uncinetto tunisino a doppia punta Bow Tie Neck Warmer Darla J. Fanton

Bow Tie Neck Warmer di Darla J. Fanton

A parte per la lavorazione in tondo, il cro-hook è divertente ed offre una ricchezza di punti pari all’uncinetto tunisino tradizionale, con in più il fascino del double face. Per cominciare a familiarizzare con l’uncinetto tunisino a doppia punta vi consiglio la bella raccolta di punti 101 Double-Ended Hook Stitches, disponibile per il download digitale ad un prezzo molto conveniente. Inoltre, potete dare un’occhiata ai modelli presenti su Ravelry nella categoria cro-hook, come ad esempio la sfiziosa scarpina Bow Tie Neck Warmer di Darla J. Fanton (gratuita). Una volta presa la mano con il cro-hook, ci sono ottime probabilità che non riuscirete a smettere!

L'autrice

Valentina La Masca

Appassionata di uncinetto tunisino, da cui non si stacca più e di cui parla e scrive come se non ci fosse un domani, Valentina vive a Cuneo e adora le sue valli e la Liguria di Ponente.
Su Ravelry è ValentinaOP, e la sua pagina su Facebook è OldenPatterns.

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: