Schemi

Cappellino Pigna: un modello all’uncinetto

Scritto da Veruska

Cappello PignaIl modello di cappellino Pigna nasce dalla mia infatuazione per Bio di Gomitoli.com: un stoppino in lana non colorata che mantiene la propria vaporosità anche dopo il lavaggio. Ho deciso di creare un modello usando un punto che avrebbe permesso al filato di espandersi, invece di avvolgerlo in punti come la maglia bassa o la maglia alta, per questo ho usato le noccioline (Bio si presta bene a tutte le lavorazioni che prevedono dei gettati o delle ampie asole che gli permettano di respirare).

Da questa riflessione è nato Pigna, sagomato con un uncinetto del 7 e uno del 12, giocando con il rapporto tra grossezza del filo e calibro dell’uncinetto (Pigna ha un piccolo rimborso sulla nuca per dargli ancora più rotondità), oltre che tramite aumenti e diminuzioni.

cappello Pigna

cappello Pigna

Pigna è anche perfettamente reversibile: a causa della sua costruzione, la parte interna del cappellino presenterà le noccioline più in rilievo e la separazione tra il cappello e la tesa sarà più evidente, sulla parte esterna le noccioline saranno meno voluminose e la separazione con la tesa sarà meno visibile. A voi decidere il lato che preferite.

Pigna-intermediate-ITAPer quanto riguarda l’aspetto tecnico, Pigna si esegue in poche ore ed è lavorato in tondo, top-down, in giri concentrici, in un pezzo unico, non richiede finiture tranne l’affrancatura delle code. Per eseguirlo è necessario conoscere: catenella, maglia bassissima, maglia bassa in costa davanti, maglia bassa in costa dietro, punto nocciolina, lavorazione in tondo in giri concentrici. Richiede l’uso di 2 o 3 gomitoli di Bio: con 3 gomitoli, potrete farne un cappello slouch (le istruzioni sono contenute nel modello).

Pigna è in vendita su Ravelry a 2,50 Euro (non è necessario eseguire il login per l’acquisto), a questo link.

 

L'autrice

Veruska

Veruska è una redattrice, una designer internazionale di modelli per uncinetto e una insegnante (talora di uncinetto, talora universitaria). I suoi lavori le succhiano la vita, le va benissimo così. Su Ravelry è sempre Veruska.