Eventi

Berlin Knits 2015

Scritto da Sara Maternini

Dopo l’Edinburgh Yarn Festival e Brighton Unwind, lo scorso fine settimana è stata la volta di Berlin Knits 2015.

Knitting

Ambientato in un vecchio supermercato della ex Berlino Est, il marketplace di primo impatto mi è sembrato piccolo. Forse anche più piccolo di quello di Brighton e sicuramente non grande quanto quello di Edimburgo.

Ma dal primo giro mi sono subito innamorata di tutti gli stand che vedevo: magnifici filati, molta fibra, fusi fatti a mano leggerissimi e stupendi…

Ma andiamo con ordine.

La scelta di mettere come primo stand, vicino all’entrata, quello di WalkCollection è stata sicuramente vincente: colori incredibili, tutti tinti a mano, dal fingering, al sock, al DK, morbidissimi. E Cathrin Walk è gentilissima e sempre sorridente!

Un altro colpo di fulmine sono stati i colori (e i prezzi) di Wolleverliebt: il loro merino super fine (che poi così super fine non è) ha dei colori, tinti a mano, splendidi e una tenuta molto ben strutturata.
Wolleverliebt

I tedeschi hanno una predilezione per la filatura e le fibre presenti erano molte, dai colori più svariati, dalla Blue Faced Leicester al lino vegano.

Fibre colorate

Interessante anche le fibre “esotiche”: un misto lana e fibra di kiwi (sì, sì, il frutto!) che al tatto sembrava interessante.

L’atmosfera in questi festival è sempre la stessa e uscendo desidero sempre di poter avere la fortuna di visitarne uno al giorno: tutti sorridono, tutti sono felici e tutti sono coperti di manufatti fatti a mano di una bellezza incredibile e dai colori più svariati!

Se anche il resto mondo fosse così variegato e allo stesso tempo unico e felice 🙂 …

L'autrice

Sara Maternini

Il mio primo lavoro, a 10 anni, una coperta fatta di tanti quadrati. Poi più nulla, fino al 2009, quando incinta, per sconfiggere l'insonnia, ho ripreso in mano i ferri e non ho più smesso!
Nel 2014 ho creato La Cave à Laine.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: