Eventi

Un week-end con Meg Swansen

Il pubblico alle conferenze di Meg Swansen
Scritto da Alice Twain

Meg Swansen a Firenze per un weekend interamente dedicato a Elizabeth Zimmermann e al lavoro a maglia.

Si è tenuto nel week end del 13-15 settembre il terzo raduno del gruppo Elizabeth Zimmermann all’Italiana, occasione stupenda per rivedere Meg Swansen, la figlia della grande designer.
Il pubblico si accomoda all'inizio della prima giornata di corsi

Il pubblico si accomoda all’inizio della prima giornata di corsi

Come tutti gli anni, il gruppo Facebook Elizabeth Zimmermann all’Italiana ha organizzato la sua kermesse, iniziata a Roma e proseguita lo scorso anno ad Asiago. Un evento in costante crescita che quest’anno ha visto radunarsi a Firenze quasi un centinaio di appassionate di maglia per assistere alle due lezioni tenute dall’ospite d’onore Meg Swansen, figlia ed erede di Elizabeth Zimmermann.

Dopo una breve conferenza tenutasi venerdì sera, i giorni di sabato e domenica sono stati invece dedicati a due lunghe conferenze. La prima sulla costruzione degli sproni bottom-up con il metodo EPS per il calcolo della taglia. La seconda sulle lavorazioni a due colori di tipo stranded, e in particolare la lavorazione Fair Isle e armena. Nonostante il grande numero di persone presenti all’evento, le due conferenze sono state rese chiare e facili da seguire dalla presenza di un grande schermo su cui era facilmente possibile seguire le tecniche illustrate da Meg Swansen.

La conferenza si è svolta nel bellissimo Educatorio del Fuligno, nel cuore di Firenze. Una stupenda struttura antica a due passi dalla stazione di Santa Maria Novella e dal Mercato Centrale. Fuori dalla sala, nel cortile circondato da un portico, si è tenuto contemporaneamente un mercatino con la crema degli artigiani italiani. L’Officina del colore naturale, Alpacone, La cave à laine, Lana al Pascolo, Penelope Filati, Opistudio, Francesco Mangia con i suoi bottoni in legno, le borse in materiale riciclato di By Holly, a questi si sono affiancati le filature Biches et Buches e Borgo de’ Pazzi, e il negozio parigino Les Tricoteurs Volants, che potete contattare se desiderate acquistare qualsivoglia libro di Elizabeth Zimmermann o Meg Swansen.

Una galleria di immagini dall’evento

Ovviamente, l’incontro è stato anche (o forse soprattutto) anche un meraviglioso modo per incontrare persone con cui condividiamo passioni e piccole manie: un week-end interamente dedicato alla maglia e al filato in cui tutti avevano modo di condividere almeno un argomento: il lavoro ai ferri. Non una fiera dei lavori manuali che mescola in modo casuale tecniche e passioni diverse, ma un compatto evento mirato unicamente ed esclusivamente alla maglia. Un tipo di festa a cui in Italia siamo poco abituati, ma la cui mancanza è sentita da molte e molti appassionati.

Valentina Cosciani ha preparato un lungo vlog sul week-end zimmemarmaniano, di cui consigliamo la visione. Su Instagram le foto dell’evento sono disponibili con il tag #ez_meetup_florence.

L'autrice

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su http://maglia.blogspot.com/). Ho scritto il manuale minimo di maglia "Ai ferri corti", il mio blog personale è http://ferricorti.wordpress.com/.