Filatura Recensioni di filati

3 filati artigianali italiani da regalare

Scritto da Alice Twain

Lana italiana o tinta in Italia: tre filati artigianali di altissima scelti per te, per sostenere le piccole produzioni italiane regalandoti un fantastico prodotto.

Siamo quasi a quel periodo dell’anno, si avvicinano le feste e iniziamo a guardarci attorno alla ricerca di regali immancabili. Ecco allora tre filati artigianali italiani che le appassionate di maglia e uncinetto non potranno non apprezzare.

I quasi due anni di pandemia hanno colpito duramente molte attività e imprese italiane, e a noi piace l’idea di supportare piccole e piccolissime produzioni a carattere artigianale che propongono articoli unici e di grande qualità. Ne abbiamo scelte tre tra le nostre preferite. Comprando una o più matasse di questi filati potrai non solo regalare o regalarti un filato di eccezionale qualità, ma anche aiutare una realtà artigianale quando non proprio agricola. Ecco allora le nostre tre scelte di questa stagione, filati artigianali pronti per essere regalati. O per essere gustati lavorando un accessorio durante le feste natalizie.

I filati artigianali in lana italiana

Matasse di Giulietta Mid rosa intenso

Giulietta mid tinto di rosa intenso con la cocciniglia

Lana al pascolo: Giulietta mid. Lana al pascolo è una piccola azienda agricola famigliare nata in Lessinia, con la passione per questo territorio. I prodotti nascono direttamente dai filati e dalla lana di alpaca e pecore di razza Brogna. I loro filati, in lana di pecora Brogna, anche con seta e alpaca, vengono poi tinti nel laboratorio e negozio di famiglia a Molina di Fumane (Verona). Se però abitate lontano dal veneto, potete comprare i filati di Lana al Pascolo e anche gli altri prodotti a base di lana naturale tramite l’E-shop di Lana al pascolo. Qui troverete, oltre alle matasse, anche coperte, trapunte in lana, sciarpe, e accessori in feltro. Tra i loro filati abbiamo scelto Giulietta mid, un filato ritorto in pura lana di pecora Brogna morbida e lucida. Giulietta mid ha una grossezza interessante: è sottile ma non troppo. È quindi adatta a scialli caldi (serviranno due matasse), ma anche a berretti, guanti e scaldacollo.

Heavenly Blend Lanivendole

Heavenly Blend è un sofficissimo ed elastico misto di lana, cashmere piemontese e alpaca

Lanivendole: Heavenly blend. Seguiamo le Lanivendole da anni. Nell’ultimo periodo si sono ulteriormente specializzate nella produzione di filati dalla filiera cortissima: le Lanivendole scelgono le fibre, le filato personalmente o le fanno filare da piccoli laboratori, e le tingono per ottenere lotti limitati di filati golosissimi. Heavenly Blend è un filato sottile a 2 a due capi perfetto per la lavorazione di scialli con trafori e pizzi. Ma è anche adatto capi più semplici in cui avvolgersi nelle rigide giornate invernali. La sua composizione è totalmente italiana, con 50% di lana Abruzzese, 25% di alpaca italiana, e 25% di cashmere italiano. Il filato è disponibile in 13 colori semisolidi e spruzzati.

I filati tinti artigianalmente

Kit Game Over con Dark Omen Yarns

Tre matasse di lana merino DK tinta a mano e un modello esclusivo di Valentina Cosciani

Dark Omen Yarn: kit Game Over. Dark Omen Yarn è la piccola impresa di produzione di filati di lusso ideata da Francesco Rosa, un tintore ligure che ha fatto esperienza a Parigi prima di tornare in patria. Qui Francesco ha scelto accuratamente filati prodotti con le migliori fibre, tenendo un occhio sulla sostenibilità e sul rispetto per gli animali. Questi filati soavi vengono quindi tinti in piccoli lotti ripetibili, che saranno costantemente presenti nel negozio online. Se capitate dalle parti di Spotorno, contattate Francesco per visitare il suo laboratorio (in conformità con le norme anticovid, ovviamente). Il kit è composto da 3 matasse per un totale di 300 metri di lana scelti in modo accurati per esaltare la lavorazione del berretto Game Over di Valentina Cosciani. Ma naturalmente nulla vi impedisce di usare le tre matasse per fare altro.

L'autrice

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su http://maglia.blogspot.com/). Ho scritto il manuale minimo di maglia "Ai ferri corti", il mio blog personale è http://ferricorti.wordpress.com/.