Curiosità

Il punto croce e la discriminazione sul lavoro

Ricamo di Olivia Johnson dal titolo "promotion labels", parte del progetto Women's Work
Scritto da Veruska

Women’s Work è il nuovo lavoro della designer statunitense Olivia Johnson. Johnson ha fatto uso del ricamo a punto croce, una delle tecniche, insieme alla maglia e all’uncinetto, che stanno tornando in voga sia come hobby che sulle passerelle, per mostrare come le donne siano discriminate nel mondo del lavoro.

Olivia Johnson non è nuova a progetti di impegno sociale, ha cercato di supportare progetti che avessero un impatto positivo sulla società e che permettessero a gruppi svantaggiati di sviluppare il proprio potenziale.

I ricami di Women’s Work creano, con l’uso del ricamo a punto croce, delle rappresentazioni grafiche della discriminazione. Le opere raffigurano diagrammi a torta, a piramide e vari grafici che rappresentano le percentuali di molestie sessuali sul lavoro, la scarsa presenza femminile in ruoli di comando, l’inferiorità dei compensi medi a parità di mansioni e ruolo e così via negli USA.

Nei diagrammi, viene anche mostrato l’impatto combinato di misoginia, omofobia e razzismo sull’ambiente di lavoro.

Women's Work, di Olivia Johnson, ricamo "workforce rate labels".

Women’s Work, di Olivia Johnson, ricamo “workforce rate labels”

Qui il sito del progetto, dove è possibile consultare tutti i ricami.

Olivia Johnson ha anche un sito ufficiale e un negozio Etsy.

Se vi interessa il punto croce e vi piace l’idea di uscire dai soliti schemi, ecco un articolo sui ricami originali di The Little Stitcher.

L'autrice

Veruska

Veruska è una redattrice, una designer internazionale di modelli per uncinetto e una insegnante (talora di uncinetto, talora universitaria). I suoi lavori le succhiano la vita, le va benissimo così. Su Ravelry è sempre Veruska.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: