Post senza gomitolo Recensioni di filati

Solo lino: un riciclato pregiato di Lana Grossa

Scritto da Alice Twain

Se ti piace il lino ma non ami lavorarlo, Solo lino di Lana Grossa è perfetto per te. Lo trovi da Hydra’n’gea a Milano e on-line.

Solo lino, un lino riciclato che piacerà ai fan del cotone con la sua insolita morbidezza appartenente alla gamma Linea Pura di Lana Grossa, dedicata ai filati a basso impatto ambientale. Ringraziamo Hydra’n’gea che ci ha offerto il gomitolo.
Solo lino stampato

La versione stampata

Il lino è una fibra bellissima da vedere ma che non a tutti piace lavorare per la sua mano caratteristica. Lavorare il lino non è facile e  per molti non è particolarmente piacevole, eppure il drappeggio, la lucentezza, e la leggerezza del lino non passano inosservate. Per chi come me si trova in questo dubbio, Lana Grossa propone questo insolito filato composto da 80% lino riciclato e 20% lino materia prima. Si tratta di un procedimento particolare: infatti il lino materia seconda non è facile da filare, per cui Lana Grossa lo converte in viscosa, a cui aggiunge un 20% di lino “nuovo” per aggiungere resistenza al filato.

Campione di Solo lino

Il campione lavorato con ferri da 3,5 mm

Solo lino è un filato morbidissimo, compatto e lucido, con una torsione accentuata (forse un po’ più alta del necessario ma non eccessiva). In questo modo il filo non si apre alla lavorazione, che risulta facile e fluida. Il campione, lavorato con ferri da 3,5 mm, rende (alla mia mano) 20 maglie su 10 cm. La fascetta propone di lavorare il filato con ferri da 3,5-4 mm a 25 maglie su 10 cm, quindi molto più stretto del mio. Tuttavia devo dire che a me questa lavorazione più morbida piace perché rende il tessuto leggero, fresco, e gli dona un drappeggio estremo. La nitidezza della lavorazione dei punti è perfetta, rendendo questo filato perfetto per i punti traforati. Data la totale mancanza di elasticità, caratteristica sia del lino che della viscosa, le coste e le trecce sono piatte, ma comunque molto ben delineate. Attenzione tuttavia al rischio di rowing out. Se devo trovare un difetto a questo filato è il formato del gomitolo: avvolto in un gomitolo floscio infatti tende decisamente a disfarsi e probabilmente sarebbe stato meglio avvolgerlo su un supporto in cartone.

Per cosa usare Solo lino

Tegna realizzata in Solo lino

La versione di Tegna di Bellanordica

Si tratta di uno stupendo filato per magliette e accessori estivi, ma anche perfetto per aggiungere accessori eleganti a capi e accessori realizzati con altri filati, anche invernali. Si tratta in definitiva di un filato davvero adatto a tutti gli usi per la stagione più calda, che vedo benissimo per realizzare anche cardigan e golfini per ripararci dal fresco di certe sere estive.

Tra i modelli che c’è la casacca Tegna di Caitlin Hunter, elegantissima con lo sfondo a grandi trafori. Bella anche la sciarpa asimmetrica Dangling Conversation di Mindy Ross, un accessorio coloratissimo ma di realizzazione semplice, perfetto come lavoro da spiaggia. Proprio graziosi gli scaldapolsi All About Eve di The Knitting Me, con la parte superiore a maglia legaccio lavorata con Silkhair, sempre di Lana grossa, mentre le evidenti finiture all’uncinetto sono state lavorate proprio con il nostro filato.

Solo lino di Lana Grossa, gamma Linea pura;
gomitoli da 50 grammi per 120 metri;
80% lino riciclato (viscosa), 20% lino;
Ferri consigliati 3,5-4 mm;
Campione 23 maglie × 29 ferri = 10 cm
5,50 euro per gomitolo.

L'autrice

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su http://maglia.blogspot.com/). Ho scritto il manuale minimo di maglia "Ai ferri corti", il mio blog personale è http://ferricorti.wordpress.com/.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: