Vintage Visto al cinema e visto in TV

Welsh wig: la “parrucca gallese” in The Terror

Fotogramma dalla serie The Terror
Scritto da Alice Twain

In The Terror gli ufficiali intrappolati tra i ghiacci indossano delle Welsh wigs, le “parrucche gallesi” ai ferri. Scopriamo questo accessorio della storia della maglia.

Se stai seguendo la serie The Terror su Amazon Prime Video potresti aver notato i particolari berretti che indossano i personaggi. Si tratta di Welsh wig, letteralmente “parrucca gallese”.
Un ufficiale della Terror che indossa una Welsh wig

Un ufficiale della Terror che indossa una Welsh wig

Nel 1845 a Sir John Franklin fu affidato il comando di due navi, la HMS Erebus e la HMS Terror, e il compito di condurre una missione scientifica e di esplorazione lungo il passaggio a nord ovest. Dopo tre anni senza notizie, nel 1848 l’Ammiragliato lanciò una missione di ricerca delle due navi, che non condusse a nessun risultato. I resti della missione sono stati trovati da numerose spedizioni successive. Infine, le due navi sono state ritrovate negli anni Dieci del XXI secolo. La serie The Terror è una drammatizzazione della vicenda di queste due navi e dei loro equipaggi, tratta dal romanzo dallo stesso titolo di Dan Simmons. (Se vuoi saperne di più di questa vicenda, ti consigliamo di leggere Il mistero dell’Erebus di Michael Palin.)

La “parrucca gallese” (Welsh wig)

Una Welsh Wig in The Terror

Uno degli ufficiali di The Terror indossa una Welsh wig

Perché ne parliamo noi che siamo un blog di maglia e di uncinetto? Perché i personaggi della vicenda indossano singolari berretti chiamati Welsh wig. Si tratta di berretti tradizionali gallesi che nella parte posteriore hanno una sorta di volant che imita le parrucche settecentesche e, al contempo, ripara efficacemente la nuca dal freddo. Questo tipo di berretto ebbe un notevole successo nel 1800, usato da conducenti di carrozze e militari.

Il suo successo era anche determinato dal fatto che questo berretto attillato era adatto a essere indossato sotto a cappelli e berretti di servizio. Le Welsh wig erano, per esempio, presenti nella lista di capi e accessori da lavorare a maglia per i soldati inglesi impegnati nella Guerra di Crimea. Inoltre, erano anche usate dai marinai per l’esplorazione delle aree polari e di montagna.

Ti interessano altri articoli come questo? Eccotene una selezione.

Lavorare una Welsh wig

Una Welsh wig dalle collezioni del Museo Nazionale del Galles

Una Welsh wig dalle collezioni del Museo Nazionale del Galles

I berretti di The Terror sono stati lavorati da Sarah Mc Allister, che ha usato il modello pubblicato su Ravelry da Sally Pointer, lavorato con la Supersoft Lambswool di Rennie e ferri da 2 mm. Si tratta di una lavorazione meticolosa, con ferri sottili, come era d’abitudine all’epoca. Lavorando il berretto molto denso se ne estende inoltre la vita utile. Oltre alle Welsh wig, Mc Allister ha anche realizzato per la serie numerosi altri capi e accessori ispirati a modelli pubblicati tra la seconda metà del 1800 e la Prima guerra mondiale, come per esempio questi passamontagna.

L'autrice

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su http://maglia.blogspot.com/). Ho scritto il manuale minimo di maglia "Ai ferri corti", il mio blog personale è http://ferricorti.wordpress.com/.