Accessori Curiosità Tutorial

Il maglioncino da gatto: come sopravvivere

Scritto da Veruska

Mi hanno chiesto un maglioncino da gatto.
Dato che non mi hanno chiesto di creare un modello ma di eseguire un capo, ho cercato su Ravelry modelli pronti. Erano in larghissima parte a maglia ma il vero problema che presentavano era un’altro. Tutti i modelli presuppongono un gatto molto mansueto e facilmente manipolabile. Sono maglioni che si infilano come quelli per esseri umani, sollevi le braccia, le infili una alla volta nelle maniche, poi infili la testa.

Magari il vostro gatto non è posseduto da Satana ma è un gatto patata ed è anche giovane, quindi anche piuttosto sciolto nei movimenti, per cui potete disarticolargli le zampe per infilarle nelle manichine senza guastarlo e poi correre in lagrime allo studio veterinario.
Il gatto per cui dovevo fare il maglione è invece ultraottuagenario e, come può accadere con gli anziani, a piegarlo di qua e di là rischia di rompersi.

Morale: non c’era in tutto l’orbe terracqueo un modello di maglione per gatti che tenesse presente davvero le parole “per gatti”.

La soluzione che ho adottato la vedete nel prototipo in foto: il maglione è nient’altro che un trapezio con due buchi in cui anche un gatto un po’ artritico potrà infilare perpendicolarmente le zampe, senza neanche doverle piegare, con un passo alla creatura di Frankenstein. A quel punto, il trapezio verrà sollevato e chiuso sulla schiena dell’essere peloso con una fila di automatici (io ho trovato questi automatici precuciti su nastro, che sono un mai più senza!), senza doverlo “smucinare” in alcun modo. Se preferite, potete chiudere con bottoni ed asole.

Disegno del maglione da gatto.

Il punto scelto per il trapezio è a coste, dal momento che sono elastiche (ma attenzione a scegliere un filato che abbia a sua volta elasticità).  Per eseguire il maglioncino, passate da coste 1×1 in corrispondenza del collo del gatto, a coste 2×1 e 2×2, eseguendo gli aumenti man mano che il corpo del gatto si allarga. Chiudete poi il lavoro, se lo permette il fisico del felino, con qualche ferro lavorato nuovamente a coste 1×1, per far aderire meglio il capo.

 

 

L'autrice

Veruska

Veruska è una redattrice, una designer internazionale di modelli per uncinetto e una insegnante (talora di uncinetto, talora universitaria). I suoi lavori le succhiano la vita, le va benissimo così. Su Ravelry è sempre Veruska.