Tutorial

I filati per le copertine a maglia e all’uncinetto

Multi Cotton di Blue Sky Alpacas in verde

Un momento importante, quando si decide di lavorare una copertina a maglia o all’uncinetto, è la scelta del filato. Per prima cosa è importante che il flato non contenga fibre sintetiche: i motivi per evitare le fibre sintetiche, soprattutto per i più piccoli, sono tanti: queste fibre tengono meno caldo, non sono traspiranti, quindi fanno sudare, sono facilmente infiammabili e se prendono fuoco è molto difficile estinguerle, presentano un rischio piuttosto alto di causare allergie; si noti che alcune fibre artificiali ma di origine naturale sono invece abbastanza adatte all’uso con i bimbi se mescolate alla lana, per esempio la fibra di latte (caseina). Alla stessa maniera, sono da evitare in modo abbastanza rigoroso i filati pelosi (angora, mohair, alpaca se non trattata appositamente): i pelucchi possono staccarsi e finire negli occhietti o nel naso causando fastidi e irritazioni. Per quanto riguarda poi i filati “novità”, come quello a palline tanto di moda fino all’anno scorso, questi vanno doppiamente evitati perché sintetici e spesso pelosi. Oltre alla lana, sono fortemente consigliabili alcuni filati in “cotone caldo” come il Multi Cotton di Blue Sky Alpacas; anche i misti lana e cotone, ottimi per l’estate perché comunque caldi ma non caldissimi, meglio evitare invece i cotoni fini, anche quelli baby.

Il mercato ci viene incontro con una serie di filati specifici per le copertine. Per lo più si tratta di filati in lana (di solito merino) piuttosto grossi, da lavorare con il 5 o il 6, lavorati a tre o quattro capi piuttosto gonfi e ben ritorti per la massima compattezza e sofficità. Purtroppo, nella maggior parte dei casi i filati specifici hanno una cartella colore piuttosto limitata ai colori baby (bianco, avorio, azzurro, rosa, giallino, verdino e, talvolta, variegati con combinazioni di questi colori). Se preferite lavorare filati meno zuccherosi, non è difficile trovare filati in lana merino soffici e facili da lavorare di grosse dimensioni con cartelle colore piuttosto nutrite, come per esempio il MiniTurbo di Bracco che abbiamo recensito, Un’ulteriore opzione consiste nell’usare un filato baby non troppo sottile lavorandolo a due o tre capi, magari mescolando tonalità diverse dello stesso colore o un filo in colore solido e uno variegato tono su tono per aumentare la vivacità nella copertina. Restando sui colori, annoto che i colori vivaci possono andare bene anche per i primi mesi, purché non troppo squillanti e senza contrasti eccessivi.

L'autrice

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su http://maglia.blogspot.com/). Ho scritto il manuale minimo di maglia "Ai ferri corti", il mio blog personale è http://ferricorti.wordpress.com/.