Libri e riviste Vintage

Centenary stitches, la maglia della Prima guerra mondiale

La copertina di Centenary Stitches
Scritto da Alice Twain

I costumi realizzati per il film “Tell them of us” sono poi diventati una raccolta di modelli (nutritissima, circa 60 modelli diversi!) con il sapore vintage degli anni Dieci del XX secolo ma spesso con un aspetto assolutamente contemporaneo.

La copertina di Centenary Stitches

La copertina di Centenary Stitches

Cento anni esatti fa scoppiava la I guerra mondiale e il mondo della maglia lo ricorda con Centenary Stitches, un libro curato da Elizabeth Lovick che ha collaborato con il reparto costumi del film Tell them of us, la storia di una famiglia del Lincolnshire negli anni difficili della guerra. Lovick ricorda di essere stata contattata dalla costumista per realizzare solo alcuni accessori, ma la collaborazione è diventata molto più importante nel momento in cui ci si è resi conto della pervasività della maglia in quel periodo. Si trattava infatti di un’età in cui tutti indossavano capi fatti a maglia e più o meno qualsaisi tipo di capo, accessorio o suppellettile per la casa veniva realizzato ai ferri o all’uncinetto.

Due attrici del film vestite con i capi creati per l'occasione

Due attrici del film vestite con i capi creati per l’occasione

Lovick ha lavorato su due piani, da un lato studiando le foto originali della famiglia Crowder, protagonista del film e realmente esistita, per ricavarne i capi del film, dall’altro studiando i modelli dell’epoca e riproducendoli per farli indossare ai personaggi del film per i quali non erano disponibili fotografie. I costumi realizzati per il film sono poi diventati una raccolta di modelli (nutritissima, circa 60 modelli diversi!) con il sapore vintage degli anni Dieci del XX secolo ma spesso con un aspetto assolutamente contemporaneo e, con i giusti complementi, indossabili ancora oggi. Gli accessori giocano un ruolo importantissimo, soprattutto i cappelli (baschi e non solo), ma anche guanti e sciarpe. E poi tanti cardigan e maglioni, tutti con una linea semplificata, asciutta, ricca di dettagli come caratteristico della moda del tempo. Le spiegazioni pubblicate non sono quelle del tempo, oggi scarsamente leggibili: tutti i modelli sono stati riprodotti con filati attuali e le spiegazioni sono state completamente riscritte e dotate di taglie adatte al pubblico di oggi.

Centenary Stitches è disponibile per l’acquisto tramite Amazon.it a circa 28 euro (e li vale tutti). Se invece siete interesati al film, che è in vendita sul WAG Screen Shop, qui potete vederne un trailer. Qui sotto invece potete vedere il breve documentario che racconta come e da chi sono stati realizzati i costumi a maglia e uncinetto del film.

L'autrice

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su http://maglia.blogspot.com/). Ho scritto il manuale minimo di maglia "Ai ferri corti", il mio blog personale è http://ferricorti.wordpress.com/.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: