Curiosità Post senza gomitolo

Il libro dell’estate, ma senza maglia

Scritto da Veruska

Come ogni anno, usciamo dal tema della maglia con i nostri consigli per le vostre letture estive: ecco i libri che abbiamo letto con grande piacere in questi ultimi giorni. Che andiate al mare, in montagna, a fare turismo cittadino o che restiate a prendere il sole in balcone, queste sono le letture che vi suggeriamo.

Copertina di Inferno 1869 di Marco Lapegna

Maria Modeo

Il mio consiglio di lettura quest’anno è un po’ speciale, sono infatti contenta di suggerirvi un bel noir ambientato a Napoli, scritto da mio marito. Lui di lavoro fa altro, insegna infatti informatica alla Federico II, ma in occasione di un incidente che qualche tempo fa lo costrinse ad una temporanea immobilità ha cominciato a scrivere gialli. Inferno 1860 è il suo secondo romanzo. Lo trovate in tutte le librerie e su Amazon.

Intrecciando l’indagine poliziesca con gli eventi storici realmente accaduti, l’intento dell’autore è costruire un romanzo noir raccontando al tempo stesso la vita quotidiana di Napoli nei quattro mesi decisivi nel processo di unificazione dell’Italia. Una città tumultuosa e piena di vita, popolata da guardie pigre e svogliate, immigrati pugliesi in cerca di una vita migliore, spie del regno di Sardegna, piccoli ladruncoli, preti impegnati in omelie reazionarie e avvocati liberali. Una terra in bilico tra un passato pieno di contraddizioni e un futuro ricco di incognite, eternamente sospesa tra l’attesa remissiva di un aiuto esterno e il desiderio di partecipare in prima persona al cambiamento epocale. Cambiamento che promette benefici per tutti, ma forse non all’altezza del prezzo che ognuno dovrà pagare.”

Copertina di Fate e creature magicheValentina Pontolillo

In questi giorni sto leggendo Fate e creature magiche. La chiave del mondo segreto di Cassandra Eason, un libro leggero ma interessante che parla appunto di creature fatate e di come entrare in contatto con loro qualora lo si desiderasse. Molto bella l’edizione italiana di Venexia con ricche illustrazioni in bianco e nero. Una lettura ottima per l’estate, quando si passa più tempo all’aperto e si hanno più energie da dedicare all’esplorazione della natura e dei mondi liminali.

Alice Twain

Per l’estate di questo anno strano che ci limita nei movimenti, propongo la quinta indagine del commissario Kostas Charitos, La balia. In questo romanzo, l’autore Petros Markaris porta Charitos, e con lui i suoi lettori, alla scoperta di Istanbul, dove il poliziotto ateniese si reca in vacanza con la moglie e dove viene coinvolto nell’indagine sulla scomparsa di un’anziana balia, che seguirà con il collega turco (ma vissuto in Germania) Murat. Gustatevelo durante le vacanze in Italia o all’estero, o magari sul balcone di casa sorseggiando in buon ayran, la rinfescantissima bibita turca a base di yogurt, e un piatto di pomodori ripieni di riso al forno per celebrare il mar Mediterraneo in cui siamo un po’ tutti “mia razza, mia fazza”.

La Balia, copertina del libro di Markaris

Copertina del libro di Abdou Diouf dal titolo è sempre estateDebora Salza

È sempre estate di Abdou Mbacke Diouf è il libro che vi consiglio.

“Scoprii qual’era la vera causa della mia malinconia, quando un giorno, Modou, con una certa freddezza, mi apostrofò: ‘Non fare domande: vivi!’ E io di domande, purtroppo, me ne facevo sempre troppe. Soprattutto quando mi succedeva qualcosa di bello. Come se io non mi meritassi le cose belle. Come se io non mi meritassi di essere felice. Come se la mia felicità avesse bisogno di una spiegazione. Ogni volta. Domande a cui, poi, non sapevo mai dare una risposta. Forse è questo il segreto della felicità: smettere di farsi domande e viverla…”

Abdou Mbacke Diouf, scrittore nato in Senegal e residente in Italia dall’età di cinque anni, ci conduce, attraverso i dialoghi con sé stesso, con il suo amico Modou, con la sua innamorata Saahra, alla ricerca di qualcosa che sembra molto difficile ma che alla fine è più elementare di quanto non sembri: il segreto per vivere felici. Con un linguaggio semplice e diretto, in questo libro l’autore affronta il percorso riflettendo sé stesso nelle parole dei suoi cantautori preferiti, primo fra tutti Guccini.
Consiglio la lettura di questo libro a tutte le persone che, come me, cercano inutilmente di complicarsi la vita.

Veruska HappyslothCopertina del libro His Lordship's Secret

Io vi consiglio His Lordship’s Secret di Samantha SoRelle, un libro in inglese. His Lordship’s Secret è ambientato durante l’età della reggenza nel Regno Unito (quel periodo storico che noi in Italia tendiamo ad associare con le opere di Jane Austen).

Questa lettura è un romance a tema gay (o mlm: men loving men, per l’esattezza): la storia d’amore (e sesso) tra i due protagonisti apparentemente di classi sociali diverse si sviluppa mentre cercano di dipanare il mistero di chi voglia uccidere uno dei due eroi.

Anche se i dialoghi non sono sempre coerenti con il linguaggio dell’epoca (cosa che a me infastidisce nei romanzi storici), His Lordship’s Secret è una lettura molto piacevole e rilassante; lo stile dell’autrice è chiaro e lineare ma non banale, adatto anche a chi ha una conoscenza della lingua buona ma non ottima, la narrazione risulta coinvolgente e i due personaggi principali catturano le simpatie di chi legge dopo poche pagine.

 

 

* Il post può contenere link sponsorizzati

L'autrice

Veruska

Veruska è una redattrice, una designer internazionale di modelli per uncinetto e una insegnante (talora di uncinetto, talora universitaria). I suoi lavori le succhiano la vita, le va benissimo così. Su Ravelry è sempre Veruska.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: