Curiosità Moda e Media

Elisabetta II, una regina ai ferri

Le principesse Elizabeth e Margaret lavorano a maglia per le truppe
Elizabeth Windsor (come recitava la sua matricola) è stata la prima donna della famiglia reale inglese ad arruolarsi nelle forze armate. Ma ha anche contribuito allo sforzo bellico lavorando a maglia per le truppe. Vediamo assieme alcune foto di questa notevole donna.
La recentemente defunta regina Elisabetta II ha vissuto molte vite in una, soprattutto nei suoi primi anni, in cui si vide proiettata nel ruolo di erede presunta, e poi catapultata nella Seconda Guerra Mondiale con un’intera generazione di adolescenti e giovani. Una serie di rivoluzioni che hanno coinvolto anche i ferri da maglia.
La sottotenente Elizabeth Windsor alla guida di un camion militare
La sottotenente Elizabeth Windsor alla guida di un veicolo militare

Moltissimi sanno che Elizabeth Windsor (come recitava la sua matricola) è stata la prima donna della famiglia reale inglese ad arruolarsi e partecipare attivamente allo sforzo bellico. Nel 1945, appena compuiti i 19 anni, infatti, volle arruolarsi nel servizio territoriale ausiliario. Qui fu si addestrò come meccanico e prese la patente di guida valida per camion e ambulanze. Una volta completato l’addestramento, fu promossa capitano e passò gli ultimi mesi della guerra aggiustando e guidando mezzi pesanti. Elizabeth era molto orgogliosa del lavoro fatto e ha continuato a guidare l’auto (e, occasionalmente, ripararla di persona) per parecchi anni. Guidò, in modo volutamente spericolato, una Land Rover quando ricevette in visita il principe saudita Abdullah, il cui  paese, fino al 2018, non ha rilasciato la patente alle donne.

Elisabetta II lavora a maglia con la famiglia
Foto della famiglia reale riunita davanti al caminetto, Elizabeth lavora a maglia

Elizabeth e Margaret (assieme all’allora regina madre Elizabeth) hanno trascorso tutta la guerra nel Regno Unito, rifiutandosi di rifugiarsi in Canada, come le aveva esortate il governo. Accettarono solo di trasferirsi in Scozia, proprio nell’amata tenuta di Balmoral, nei mesi più terribili del blitz. Per il resto del tempo, la famiglia reale risiedette a Windsor e fu attivissima, comprese le due principesse adolescenti. Tra le occupazioni che le ragazze portavano avanti c’era la lavorazione di calze ai ferri per le truppe. Alla stessa maniera, la famiglia reale rifiutò di essere esentata dal razionamento. Una condizione sicuramente meno pesante che per il resto della popolazione britannica (la famiglia aveva ampie scorte di indumenti e il parco di Windsor permetteva la coltivazione di grandi orti), ma che la face sentire più vicina alla popolazione.

Il tuo omaggio ai ferri a Elisabetta II

Raccoltai di modelli ispirati ai bambini della famiglia reale inglese
Elisabetta e Margaret sulla copertina di una rivista di maglia d’epoca

Gli omaggi a Elisabetta II fatti a maglia sono iniziati molto prima che la futura regina ascendesse al trono. Già nei primi anni Trenta era possibile acquistare riviste di modelli di maglia e di uncinetto che proponevano modelli simili a quelli indossati dalle giovani reali. Era una tendenza molto presente nelle riviste dell’epoca. Queste raccolte permettevano anche alla cittadinanza comune di portare capi dall’aspetto raffinato ed esclusivo.

L'amigurumi di Elisabetta II
Carla Mitrani ha ideato questo amigurumi di Elisabetta II, pubblicato in Iconic Women Crochet

Gli omaggi a maglia e all’uncinetto dedicati a Elisabetta II sono continuati fino a quest’anno. Infatti solo pochi mesi fa si è celebrato il giubileo di platino e su Ravelry sono apparsi un gran numero di modelli a maglia e all’uncinetto dedicati alla monarca. Jessica Holmes ha creato, ispirata proprio dalle foto di una giovanissima Elisabetta con i ferri in pugno, queste calze in onore della regina, decorate con corone, teiere, e cagnolini di razza corgi. Tom and Beryl hanno creato un set ricchissimo, con la bambola della regina, uno dei suoi cani corgi, e il trono reale. John Reynolds ha realizzato un copriteiera (mai accessorio più britannico) che rappresenta la regina in “borghese” come si vestiva nelle sue vacanze a Balmoral. Ma forse l’omaggio più grazioso e divertente è l’amigurumi della Regina Elisabetta con indosso uno dei suoi iconici, coloratissimi completi che Carla Mitrani ha pubblicato nel suo Crochet Iconic Women (acquistabile su Amazon).

Notizie sull'autore

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su Blogspot). Ho scritto il manuale minimo di maglia "Ai ferri corti", il mio blog personale è Ferricorti.

Scrivi un commento

Clicca qui per aggiungere un commento

Iscriviti alla Newsletter!

Parliamo di…