Recensioni Recensioni di filati

Recensione. Paris, il cotone da fare ai ferri

Paris di Dröps Design

C’è una sorta di dicotomia per molti: la lana si lavora a maglia ed è un lavoro invernale, il cotone si lavora all’uncinetto ed è un lavoro estivo. È un dualismo che resta solido nella percezione generale dell’aguglieria ma che non risponde esattamente ai fatti: oltre al dato che esistono delle lavorazioni in lana, o in generale in fibre animali, che sono assolutamente indicatissime per l’estate (su tutte il pizzo), esistono anche cotoni pensati specificamente per essere lavorati ai ferri e non all’uncinetto: Paris di Dröps Design è tra questi.

Si tratta di un corposo cotone pettinato ritorto a 9 capi con una mano straordinariamente soffice che si lavora con ferri piuttosto grossi: il mio campione, lavorato con un ferro da 5 mm ha fornito una tensione di 17 m per 10 cm, perfettamente in linea con le indicazioni (sempre puntuali per i filati Dröps) della fascetta. La sua struttura, però, che lo rende tanto soffice, ne decreta anche l’essere del tutto inadatto alla lavorazione all’uncinetto, per la quale è troppo prono a dividersi. La lavorazione ai ferri è invece scorrevole e facile.

Il campione lavorato di Paris

Ovviamente la prestazione di Paris, data la scarsa elasticità della fibra, è tutt’altro che ottimale per quanto riguarda le coste e le trecce, quasi sempre poco prominenti nei cotoni. Paris dà il meglio di sé nel legaccio, nella maglia rasata, nei trafori, lavorazioni in cui dimostra anche un drape notevolissimo oltre a una consistenza morbida e liscia che lo rendono perfetto anche per i lavori per bimbi, oltre che per top e cardigan estivi. Al lavaggio il campione non ha mostrato sostanziali variazioni di tensione e di dimensioni.

La fascetta di Paris (clicca per vedere i dettagli del filato)

La resa di Paris è modesta, con soli 75 metri per gomitolo da 50 grammi sono necessari ben 7 gomitoli di cotone per realizzare un top smanicato i taglia 42-44, ma il tasto e il drappeggio di questo cotone, oltre che il suo ottimo rapporto qualità-prezzo (2 euro al gomitolo) rendono l’acquisto ben meritevole. Da sottolineare anche la vastità della cartella colori e la presenza di numerosi modelli gratuiti, alcuni anche tradotti in italiano, per questo filato sul sito Garnstudio.

Questo filato è stato cortesemente fornito alla redazione da Unfilodi di Carate Brianza. Per chi fosse interessata a sperimentarlo, il giorno 5 maggio, presso lo stesso negozio, Paris sarà usato per un laboratorio di approfondimento sulla lavorazione ai ferri del cotone nel corso del quale saranno approfonditi tecniche e trucchi per l’utilizzo ottimale dei filati testivi. Ulteriori informazioni su questo corso sono disponibili al sito di Unfilodi.

Notizie sull'autore

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su Blogspot). Ho scritto il manuale minimo di maglia "Ai ferri corti", il mio blog personale è Ferricorti.

Scrivi un commento

Clicca qui per aggiungere un commento

Iscriviti alla Newsletter!

Parliamo di…