L'esperta risponde Tecniche e Tutorial

Filati super bulky in pura lana

Un dettaglio di una matassa di Gruesa Malabrigo, foto dal sito del produttore
Un dettaglio di una matassa di Gruesa Malabrigo, foto dal sito del produttore

Ci chiede Michela:

Vi scrivo per un consiglio: sto cercando un filato super bulky che possa sostituire il Lion Brand Wool-Ease Thick & Quick, ma che sia totalmente in lana – preferibilmente merino o comunque molto morbido, che dia struttura al lavoro e che non lasci ‘pelucchi’.

In rete vedo infatti molti schemi interessanti – soprattutto di utenti americane – che usano il Lion Brand con risultati molto belli, ma questo filato ha solo il 20% di lana, mentre vorrei qualcosa di più naturale.

Inoltre vi chiedo suggerimenti per filati prodotti in Italia… non so se avete già fatto un articolo in merito (se si, Scusatemi, cercò meglio :-)) ,ma sarebbe interessante conoscere i produttori del territorio, magari anche di filati eco o naturali…

Grazie mille!

Outer di Spud and Chloe, foto dal sito del produttore
Outer di Spud and Chloe, foto dal sito del produttore

Salve Michela,
è una domanda interessante. Cominciamo con il dire che la morbidezza della merino è spesso in parte anche dovuta ai trattamenti superwash cui viene sottoposta, quindi può trovare facilmente lane altrettanto morbide (è molto popolare anche la BFL – Blue Faced Leicester), con il vantaggio che sono lane “etiche”, in quanto la pecora merino australiana (dall’Australia viene importata larghissima parte della lana merino) è sottoposta a trattamenti a dir poco controversi come il mulesing e i pastori australiani sono spesso nell’occhio del ciclone per il modo in cui pare trattino le loro greggi.

Passiamo a un sostituto della Lion Brand, che in effetti anche a noi tutta quella plastica non piace proprio. Serve un filato da 100 gr/57 m. Su Ravelry, solitamente, si trovano filati equivalenti cercando nello yarn
database per un superbulky. Di filati che possono essere facilmente acquistato in Italia o al massimo in Europa dalle caratteristiche simili, solamente nella prima delle 20 pagine di alternative offerte, ti propongo (anche se
non le ho toccate, quindi non posso garantire sulla loro morbidezza, che è poi spesso un parametro piuttosto individuale):
Cascade, Magnum, 100 gr/48 m;
Spud & Chloe, Outer, 100 gr/55 m;
Drops, Polaris, 100 gr/36 m;
Malabrigo, Aquarella o Gruesa 100 gr/59 m;
Katia, Love Wool, 100 gr/ 50 m;

Insomma, c’è l’imbarazzo della scelta!

Per i filati buoni, anche prodotti in Italia a km 0 o quasi, ti consiglio di scartabellare le nostre recensioni di filati. Noi siamo piuttosto innamorate, al momento, di Aquilana e ti consigliamo di provarla.

Infine, e insistiamo sempre su questo punto, è importante, una volta trovato un filato che ci piace, fare sempre il campione del progetto che vogliamo realizzare, perché, specie quando si sostituisce un filato con un altro, soprattutto quando la differenza delle fibre è così forte, potremmo avere delle brutte (o belle) sorprese.

 

 

Notizie sull'autore

Veruska Happysloth

Veruska è una redattrice, una designer internazionale di modelli per uncinetto e una insegnante (talora di uncinetto, talora universitaria). I suoi lavori le succhiano la vita, le va benissimo così. Su Ravelry è sempre Veruska.

Scrivi un commento

Clicca qui per aggiungere un commento

Iscriviti alla Newsletter!

Parliamo di…