Schemi Schemi e Accessori

SCHEMA. Testaingiù, calottina da uomo lavorata dall’alto

Un facile cappello top-down ai ferri da uomo che usa esattamente un gomitolo di lana e che si fa in pochissime ore senza nemmeno bisogno di cucire.

Un facile cappello top-down ai ferri da uomo che usa esattamente un gomitolo di lana e che si fa in pochissime ore senza nemmeno bisogno di cucire. Uno zuccottino perfetto per coprire la capoccia di chi ha pochi capelli ma non vuole sentirsi ingombrato da berrettoni sovradimensionati. Perfetto anche per i nostri amici senza dimora, perché il Grande Freddo può essere finito, ma l’anno prossimo ricomincerà.
Questo zuccotto si lavora circolarmente a partire dalla sommità e in pochi giri di aumento raggiunge la circonferenza necessaria. Il resto sono solo facili maglia rasata e coste singole. L’intreccio si esegue partendo da un punto casuale della circonferenza quando restano circa 3 metri di filo.

La calottina finita (su sfondo rosso)

Testaingiù – ©Alice Twain

Materiali

  • Laines du Nord Dolly Maxi (Lana merino 100%, 85 m = 50 g) 1 gomitolo
  • Gioco di ferri a due punte da 5 mm (o del calibro necessario a ottenere la tensione)
  • Ferro circolare da 5 mm (o del calibro necessario a ottenere la tensione) lungo 40 cm (opzionale)
  • Un marcapunti ad anello aperto o a lucchetto
  • Ago da lana e fobici

Tensione: 18 m e 26 f = 10 cm a maglia rasata in tondo.

Schema di costruzione della calottina Testaingiù (clicca per ingrandire)

Misure: lunghezza = 18 cm, circonferenza = 50 cm circa (vedi schema).

Punti speciali

Tutti gli aumenti (A1) sono eseguiti avviando a nuovo una maglia con il metodo a un solo capo nel mezzo del giro, è il metodo preferito da Elizabeth Zimmermann. La maglia risultante sarà lavorata a dritto nel giro seguente.

Esecuzione

Avvia 6 maglie, distribuisci su 3 ferri a due punte, 2 maglie su ogni ferro, e unisci per la lavorazione circolare.

  • Giro 1: 1 dir, A1, 1 dir – su tutti i ferri. 3 m su ognuno dei ferri, 9 m tot.

Terminato questo primo giro, marca il primo ferro inserendo un marcapunti ad anello aperto o a lucchetto in una maglia. Spostalo più in alto mano a mano che il lavoro procede per tenere traccia dell’inizio del giro.

  • Giro 2: * 1 dir, A1 *, ripeti da * a * per 2 volte, 1 dir – su tutti i ferri. 5 m su ognuno dei ferri, 15 m tot.
  • Giro 3: tutte le maglie a dir.
  • Giro 4: * 1 dir, A1 *, ripeti da * a * fino a 1 m dalla fine (ovvero 4 volte), 1 dir – su tutti i ferri. 9 m su ognuno dei ferri, 27 m tot.

Ripeti 2 volte il giro 3, quindi una volta il giro 4; avrai 17 maglie su ognuno dei ferri, 51 maglie in totale. Lavora il giro 3 per 4 volte.

  • Giro 5: * 1 dir, A1 *, ripeti da * a * per 5 volte, * 2 dir, A1 *, ripeti da * a* per 3 volte, * 1 dir, A1 *, ripeti da * a * fino a 1 m dalla fine, 1 dir – su tutti i ferri. Avrai a questo punto 30 maglie su ogni ferro, 90 maglie totali.
La calottina finita

Lavora a maglia rasata in tondo per circa 20 giri, conservare traccia dell’inizio del giro non è indispensabile quindi puoi rimuovere il marcapunti. Se preferisci lavorare con il ferro circolare, dopo 3-4 giri puoi sostituirlo al gioco di ferri.
Dopo 20 giri circa dall’ultimo giro di aumenti inizia a lavorare a coste singole (1 dir, 1 rov). Prosegui a coste (dovrebbero venirne oltre 15 giri) finché non ti restano circa 3 metri di filo, terminando con 1 dir.
Intreccia tutte le maglie morbidamente.

Lava il cappellino in acqua tiepida con poco detergente delicato, senza strofinare, asciuga in piano o su una ciotola rovesciata della giusta misura.

Se ti piace questo modello, ti invitiamo a lavorarlo almeno 2 volte: una per te (se sei un uomo o hai la testa grossa) o per un uomo che ti è caro e una per un senza dimora.
La Ronda della Carità e altre associazioni milanesi, in occasione dell’annuale Notte dei Senza Dimora hanno lanciato “Adotta con i tuoi ferri da maglia ed uncinetto un senza dimora!” per raccogliere cappelli, sciarpe, colli e altri accessori caldi realizzati a mano (preferibilmente in pura lana) o accessori, indumenti e sacchi a pelo invernali usati ma in buone condizioni per distribuirli ai clochard di Milano, questo intervento ha contribuito nel corso degli scorsi mesi e nonostante il freddo record di minimizzare il numero di persone decedute sulla strada. È sempre possibile, in previsione del prossimo inverno, inviare accessori e indumenti a:

Ronda Carità e Solidarietà Onlus – Milano
via Turati 32, 20090
Cesano Boscone (MI)
cell. 348.2235107.

Speriamo che l’iniziativa si estenda presto anche ad altre città italiane.

Notizie sull'autore

Alice Twain

Lavoro a maglia da diversi anni, tengo corsi di livello avanzato e su tecniche peculiari, disegno modelli, sono tra le fondatrici del gruppo stitch and bitch Milano (ci trovate su Blogspot). Ho scritto il manuale minimo di maglia "Ai ferri corti", il mio blog personale è Ferricorti.

Scrivi un commento

Clicca qui per aggiungere un commento

Iscriviti alla Newsletter!

Parliamo di…