Curiosità Schemi

5 meandri di Ravelry dove trovare ispirazione

Scritto da Sara Maternini

Partiamo dal presupposto che non c’è nulla di segreto in Ravelry, ma che tutto è lì, a portata di click.

Alle volte però bisogna un po’ addentrarsi nei meandri del nostro social network preferito per poterlo sfruttare al meglio. Specie quelle sere che non abbiamo voglia di prendere in mano gli aghi, ma davanti all’ennesima puntata di Suits abbiamo voglia di cercare quello scialle o quel maglioncino che sogniamo da anni.

Ecco a voi 5 meandri di Ravelry dove trovare ispirazione in un’oziosa serata:

Most queued Patterns on Ravelry

  1. Your Pattern Highlights: una selezione di nuovi patterns basata sui vostri preferiti, praticamente la manna dal cielo!
  2. Friends Activity: non avendo un link univoco per tutti vi devo spiegare dove trovarlo. Partendo da My notebook, guardate a sinistra e vedete un menù. Andate in Friends e selezionate la tab Friends Activity: qui potete vedere tutto ciò che i vostri amici favoriscono o metto in coda! Una miniera infinita di gioia!
  3. Mettiamo il caso che vi serve trovare la lana perfetta per farvi un Color Affection. Più di 14mila persone l’hanno realizzato prima di voi e si sa che noi knitter siamo gente dai gusti estremamente eclettici. In Yarn Ideas trovate tutte i gomitoli che sono stati usati, ma soprattutto potete vederne anche il risultato, cliccando su Used x times.
  4. Mettiamo il caso che avete lì una matassa (o 2, o 3, o 10) di Titus di Baa Ram Ewe, gelosamente custodita da almeno un anno, e avete veramente voglia di usarla. Andate sulla pagina corrispondente e nella tab Pattern Ideas guardate un po’. Magnifico, no? Sì, lo so 🙂
  5. Provate a cambiare visuale: dalla pagina Patterns, senza inserire nessun tipo di ricerca, cambiate l’ordine di visualizzazione del pattern. Di fianco a search, vedete sort? Potete scegliere di vedere i pattern con più progetti o favoriti più spesso o quelli più popolari in questo momento.

 

L'autrice

Sara Maternini

Il mio primo lavoro, a 10 anni, una coperta fatta di tanti quadrati. Poi più nulla, fino al 2009, quando incinta, per sconfiggere l'insonnia, ho ripreso in mano i ferri e non ho più smesso!
Nel 2014 ho creato La Cave à Laine.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: