Libri e riviste Tecniche

Dora Ohrenstein e l’uncinetto tunisino

The New Tunisian Crochet Dora Ohrenstein Uncinetto tunisino
Scritto da Valentina La Masca

Un ottimo testo sull’uncinetto tunisino: The New Tunisian Crochet.

The New Tunisian Crochet Dora Ohrenstein Uncinetto tunisino

Oggi andiamo alla scoperta di uno dei capisaldi della letteratura dedicata all’uncinetto tunisino, il manuale di Dora Ohrenstein, The New Tunisian Crochet.

Il volume misura 21,5 x 26 cm per ben 144 pagine: non è molto leggero, ma rimane aperto senza troppe difficoltà se appoggiato su un piano, sempre un vantaggio se si devono consultare le istruzioni mentre si lavora.

Ovviamente si tratta di un testo in inglese, come si può comprendere dal titolo, però la buona notizia per chi non conosce bene la lingua è che in questo volume, per ogni modello, è presente il grafico dei punti utilizzati, i simboli degli schemi sono molto ben definiti e le ripetizioni dei punti sono delimitate da linee colorate facili da cogliere a colpo d’occhio. Inoltre, tutti i punti e i modelli sono illustrati da ottime fotografie a colori.

Certo, se si ha dimestichezza con l’inglese si potranno sfruttare appieno le parti descrittive, però in caso contrario, i grafici possono essere di grande aiuto.

Veniamo ora al contenuto.
Nel primo capitolo, intitolato What is Tunisian Crochet?, Dora Ohrenstein dedica 6 pagine alla storia dell’uncinetto tunisino, dalle prime fonti documentate risalenti al XVIII secolo ad oggi. Questa parte di The New Tunisian Crochet è molto interessante per gli inguaribili curiosi (come me).

Ad un’introduzione ai progetti contenuti nel libro, segue il capitolo Tunisian Crochet Techniques, che tratta delle basi dell’uncinetto tunisino: catenella e riga di inizio, punto base, punto maglia, punto pieno (o gobelin), punto rovescio (purl), punto base da rovescio (reverse), aumenti, diminuzioni, punti alti e in rilievo, motivi traforati, cambio di filo, e altre nozioni utili.

Il terzo capitolo, composto di sole 3 pagine, è dedicato agli strumenti necessari per lavorare all’uncinetto tunisino (Tools for Tunisian Crochet).

Il capitolo intitolato Special Techniques and Effects, come da titolo, insegna tecniche particolari come la lavorazione in tondo, come combinare uncinetto tunisino e tradizionale, come eseguire il jacquard e l’entrelac.

Nel capitolo 5 troviamo uno Stitch Dictionary di 33 punti suddivisi in cinque gruppi: 7 punti base, 9 punti intermedi, 10 punti traforati, 5 punti tessuto, 2 punti misti all’uncinetto. Per ogni punto troviamo la spiegazione scritta e lo schema.

Infine, nel capitolo 6, Projects, si trovano i modelli, oltre che di Dora Ohrenstein anche di altri designer: un cardigan (di Andrea Graciarena), un gilet da uomo (di Charles Voth), una stola (di Vashti Braha), una gonna (di Doris Chan), un pullover a maniche corte (di Dora Ohrenstein), un completo cappello e muffole (di Lily M. Chin), una coperta (di Lisa Daehlin), una sciarpa (di Dora Ohrenstein), una borsa (di Margaret Hubert), un paio di babbucce e un tappeto (entrambi di Dora Ohrenstein).

The New Tunisian Crochet Dora Ohrenstein Uncinetto tunisino

Ogni modello include le indicazioni per i materiali necessari, il campione, le misure finali e qualche consiglio utile, oltre ai grafici già menzionati. Tutte le istruzioni sono scritte in maniera estremamente accurata.

Gli accessori proposti prevedono l’utilizzo di varie tecniche dell’uncinetto tunisino, ed esaltano appieno la grande ricchezza di possibilità che ci dà questo strumento: possiamo passare da capi pesanti a capi impalpabili, da punti compatti ad altri ariosi, in un’infinità di forme differenti.

A concludere il libro, la tabella dei simboli cui fare riferimento per la lettura degli schemi, le abbreviazioni utilizzate nel testo, 3 pagine di punti base spiegati e corredati di disegni, le biografie degli autori e l’indice.

The New Tunisian Crochet Dora Ohrenstein Uncinetto tunisino

Cosa aggiungere? Io sono a dir poco entusiasta di The New Tunisian Crochet, quando l’ho sfogliato per la prima volta ho rimpianto di non averlo acquistato appena mi sono interessata all’uncinetto tunisino.

Tra quelli che ho, secondo me è l’unico che permetta ad una persona che non ha mai preso in mano un uncinetto tunisino di imparare davvero a lavorarci “solo” leggendo le istruzioni del testo: si passa gradualmente dalle prime catenelle ai punti, via via più elaborati, si impara a dare forma ad un capo con aumenti e diminuzioni e, una volta che ci si sente abbastanza sicuri, ecco i progetti.

L’unica pecca per un principiante assoluto potrebbe essere che, ad eccezione della sciarpa che è semplice e usa punti base, i modelli sono tutti leggermente complessi o per via dei punti utilizzati o perché prevedono vari gradi di costruzione/sagomatura.

Da un lato questo è certo uno sprone a migliorare le proprie capacità, ma per fare pratica con progetti più semplici (ed evitare troppe frustrazioni nella fase più delicata dell’apprendimento di una nuova tecnica), personalmente consiglierei di affiancare a questo testo Get Hooked on Tunisian Crochet di Sheryl Thies, che contiene diversi progetti per principianti (beginner) e facili (easy) con cui prendere confidenza con lo strumento, in attesa di cimentarsi con qualcuno dei modelli qui proposti.

Gli appassionati con un grado di esperienza medio e gli esperti troveranno invece in questo volume un’ottima guida per scoprire e fare propri aspetti meno noti dell’uncinetto tunisino, e pane per i loro denti per quanto riguarda i progetti, tutti molto stimolanti.

In conclusione, un volume semplicemente imperdibile per chi voglia affrontare in modo serio ed approfondito lo studio dell’uncinetto tunisino.

The New Tunisian Crochet Dora Ohrenstein Uncinetto tunisino

Come ultima nota, a chi fosse scoraggiato dalla lingua inglese, suggerisco come sempre di fare riferimento a quanto scritto da Alice Twain nel suo articolo riguardo gli schemi in inglese.

Ricordo a tutti gli appassionati di uncinetto tunisino, e a chiunque voglia imparare o approfondire la tecnica, che su Facebook gestisco insieme a Veruska (Happysloth) il gruppo “Tunisino, uncinetto di-vino“.

L'autrice

Valentina La Masca

Appassionata di uncinetto tunisino, da cui non si stacca più e di cui parla e scrive come se non ci fosse un domani, Valentina vive a Cuneo e adora le sue valli e la Liguria di Ponente.
Su Ravelry è ValentinaOP, e la sua pagina su Facebook è OldenPatterns.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: