Schemi Schemi e Accessori

5 scialli moderni

Exploration Station

Scialle = nonna?

Assolutamente no!

Con più di 20mila schemi disponibili su Ravelry, solo di maglia, gli scialli sono ormai un complemento moderno e insostituibile per qualsiasi guardaroba!

Triangoli, semi circolari, in crescendo, quadrati o dalle forme meno canoniche, non c’è che l’imbarazzo della scelta. E così, per divertirci, ecco 5 scialli divertenti e assolutamente moderni.

Exploration Station: come al solito Stephen West non delude mai e anche con questo scialle ci fa divertire, non solo nella scelta dei colori, ma anche nella costruzione e nelle tecniche da usare: una vera e propria esplorazione! Non perderti nessuno dei suoi scialli: sono così divertenti che si finiscono praticamente da soli!

Hitchhiker: andando all’Edinburgh Yarn Festival destino ha voluto che sull’aereo fossi seduta vicina a una deliziosa tedesca che aveva sugli aghi un Hitchhiker. Trovata la matassa perfetta (Madelinetosh Tosh Merino Light, colore Holi Festival) l’ho iniziato e non avrei voluto che finisse mai! È lo scialle perfetto per le prime serate invernali davanti a un bel film: ti intrattiene il giusto, ma non devi contare niente e puoi perderti senza troppi problemi! Perfetto per quella matassa tinta a mano che hai nel cassetto!

Campside: ami gli occhielli prodotti dai gettati? Eccoti accontentata con questo magnifico scialle triangolare dai mille gettati, caldo e avvolgente.

Asanagi Wrap: Olga è un’esploratrice delle forme geometriche e della maglia in 3D. Con Asanagi esplorerai la maglia modulare e non tornerai più indietro!

Ishbel: un grande classico di Ysolda Teague, ti farà rivalutare il pizzo più fine e di più antica tradizione, senza però lasciarti annoiata. Uno scialle che cresce in fretta e una volta indossato è gioia pura!

Bonus: se ami i ferri accorciati e i chilometri di legaccio non perderti gli scialli di Veera Välimäki! Ti faranno felice!

Notizie sull'autore

Sara Maternini

Il mio primo lavoro, a 10 anni, una coperta fatta di tanti quadrati. Poi più nulla, fino al 2009, quando incinta, per sconfiggere l'insonnia, ho ripreso in mano i ferri e non ho più smesso!
Nel 2014 ho creato La Cave à Laine.

Scrivi un commento

Clicca qui per aggiungere un commento

Iscriviti alla Newsletter!

Parliamo di…