craftivism Eventi Schemi

Viva Vittoria a Cuneo

Viva Vittoria banner

Viva Vittoria a Cuneo? Ebbene sì, avete letto bene!

C’è chi dice che a Cuneo non succede mai niente, invece il 23 e il 24 novembre 2019 vedranno proprio Cuneo come ospite dell’opera di Viva Vittoria. Viva Vittoria, per chi non lo sapesse, è un’associazione ma soprattutto un’opera relazionale condivisa. Il suo intento è quello di far arrivare alle donne il messaggio che per combattere la violenza di genere si può partire innanzitutto da noi stesse, dalla consapevolezza di avere il potere di decidere della nostra vita.

Come far arrivare questo messaggio a più donne possibile?

Attraverso la maglia e l’uncinetto, linguaggi universali che uniscono scavalcando classi sociali, origini, idee politiche e convinzioni religiose.

Viva Vittoria a Brescia nel 2015

L’installazione di Viva Vittoria a Brescia nel 2015

Vi starete chiedendo come si traduce in pratica tutto questo. Bene, Viva Vittoria chiede di realizzare quadrati in lana a maglia o uncinetto, di 50 x 50 cm. Questi quadrati verranno assemblati dalle volontarie delle sedi locali con un filo rosso, per creare coperte di 100 x 100 cm (4 quadrati per ciascuna). In un weekend in prossimità del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, le coperte andranno a coprire una piazza della città ospite dell’installazione. Quest’anno il weekend scelto è quello del 23-24 novembre per Cuneo, Bergamo e Aosta, mentre il week end del 26-27 novembre vedrà l’evento a Reggio Emilia. Come per molte installazioni di yarn bombing che non siano a scopo puramente decorativo, l’idea è quella di raggiungere un vastissimo numero di persone, anche quelle non appassionate di tessile. Ricordate ad esempio la sciarpa che ha avvolto i palazzi governativi di Londra nel 2015 in protesta contro i missili nucleari?

Ok, quindi in sostanza una bella opera d’arte fine a se stessa?

Certo che no! Qui si tratta di craftivism, ovvero di utilizzare le arti manuali per lanciare un messaggio importante. E non solo! Terminato il tempo dell’installazione, durante lo stesso weekend, le coperte saranno vendute. Il ricavato delle vendite sarà destinato ai progetti della società San Vincenzo di Cuneo e della Caritas Diocesana a sostegno di donne vittime di violenza e di donne in difficoltà sociale, lavorativa od economica.

Ten Stitch Blanket di Frankie Brown realizzata da psyv Viva Vittoria

Ten Stitch Blanket di Frankie Brown realizzata da psyv Viva Vittoria

L’idea mi piace! Come posso partecipare?

  • Realizzando quanti quadrati vuoi di 50 x 50 cm, con qualsiasi filato tu voglia (non importano composizione, spessore, colore), anche riciclato. Noi consigliamo sempre di scegliere filati naturali, ma se volete far fuori un po’ di acrilico acquistato incautamente può essere una bella occasione. Un tocco extra può essere la personalizzazione del quadrato con un elemento in cui ti identifichi (un bottone, un nastro, le tue iniziali…). Ripeto perché è importante, i quadrati possono essere fatti con qualunque tecnica, basta che siano 50 x 50 cm. Nota bene: parlando di filati di spessore medio, ho notato di aver usato per i miei quadrati tra i 100 e i 150 g per ciascuno. Naturalmente il quantitativo dipende dal filato, dalla mano, dalla lavorazione e dal modello, però può essere un riferimento utile.
  • Donando la lana extra che hai in stash e non prevedi di usare.
  • Recandoti presso la sede locale di Viva Vittoria, in Via Monsignor Peano di fianco al civico 4 (all’inizio della via sulla destra, arrivando da Corso Nizza). Lì potrai aiutare ad assemblare i quadrati trasformandoli in coperte.

Se vuoi partecipare, affrettati!

C’è un gran bisogno di quadrati, perché si è ancora molto lontani dal numero di coperte necessarie per coprire Piazza Galimberti. Sbrigati a tirare fuori uncinetti, ferri, uncinetti tunisini e quant’altro, e consegna i tuoi quadrati entro il 15 di novembre.

Qualche suggerimento per i quadrati? Eccoli!

Teal Swirl Crochet Dishcloth di Heidi Wells realizzato da Taine Viva Vittoria

Teal Swirl Crochet Dishcloth di Heidi Wells realizzato da Taine

Ovviamente potete sbizzarrirvi, passando dai più classici quadrati old America all’uncinetto (granny square) alle combinazioni di punti e colori più fantasiose. Di seguito comunque qualche spunto da Ravelry per chi preferisce seguire le istruzioni, con modelli facilissimi, veloci e gratuiti.

  • Corner to Corner Blankie di Shea Leonard: nasce come copertina, ma si può facilmente realizzare più piccola. La regola è sempre la stessa: quando abbiamo consumato metà del filato, è ora di iniziare le diminuzioni. La lavorazione corner to corner infatti permette di raggiungere la larghezza desiderata con gli aumenti, e poi cominciare le diminuzioni in base alle nostre necessità.
  • Tunisian Ten Stitch Blanket di Dedri Uys: il quadrato perfetto per chi ama il tunisino. Anche qui, in base al filato si fermerà la lavorazione prima o dopo.
  • Sock Yarn Square di Shannon Geddes: quadrati a maglia lavorati partendo dal centro. Basta fermarsi quando si raggiungono i 50 cm, molto semplicemente.
  • Ten Stitch Blanket di Frankie Brown: il modello ai ferri che ha ispirato quello a tunisino proposto sopra.
  • Circle Your Granny – 10 inch block di Heather C Gibbs: un cerchio old America incastonato in un quadrato dello stesso tipo. Nasce come modello da 25 cm, ma anche qui va da sé che adattarlo alle nostre necessità è molto semplice. In alternativa, basta cucirne 4 insieme per realizzarne uno grande da 50 x 50 cm.
  • Teal Swirl Crochet Dishcloth di Heidi Wells: un’altra presina, stavolta ad uncinetto e lavorata partendo dal centro. Basta continuare con gli aumenti fino alla misura desiderata.

Potete tenere d’occhio Viva Vittoria Cuneo su Facebook, così come potete seguire la pagina principale dell’associazione, sempre sul social.

L'autrice

Valentina Pontolillo

Dall'uncinetto tunisino alla maglia, senza trascurare il caro vecchio uncinetto. Valentina vive a Cuneo, adora le sue valli e la Liguria di Ponente, e cerca di coniugare al meglio le sue passioni.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: