Accessori Schemi

Woolly Wormhead, designer di cappelli

Scritto da Debora Salza

I modelli di Wooly Wormhead: cappelli a maglia in ogni stile, per tutti i gusti!

Chi mi segue su Facebook ormai conosce la mia mania per i cappelli, sia lavorati ai ferri che all’uncinetto.
Assecondando questa mia inclinazione, oggi vi voglio parlare di Woolly Wormhead, una designer che si è specializzata nella realizzazione di copricapo a maglia di ogni foggia: cappelli, berretti, baschi, e via dicendo. La sua produzione è talmente versatile da farle meritare appieno il titolo di “architetta dei cappelli”, così come lei stessa si descrive nel suo Blog.

I cappelli sono affascinanti. Sono relativamente veloci da realizzare e la loro versatilità è infinita. I miei cappelli li penso come fossero oggetti in 3D e sculture”, ed ancora “Il mio lavoro riflette davvero i miei valori fondamentali. Mi impegno a rimanere indipendente da qualsiasi interesse aziendale. Non scendo a compromessi su nessuna delle mie idee. Sono l’autrice e la designer dei miei libri e ho supervisionato personalmente ogni progetto. Questo significa che ogni volta che metti a punto i miei numerosi modelli di cappello, stai lavorando direttamente alla mia visione. E questa è una promessa“, sono le parole che usa Woolly per introdurci nel suo mondo e nel suo modo di lavorare.

Ciò che apprezzo in modo particolare della sua produzione è l’utilizzo di tecniche come ferri accorciati per creare  i volumi, la scelta dei filati e dei loro colori, e la ricerca continua di forme insolite.

Chi è Wolly Wormhead?

Woolly Wormhead, nata a Londra ma residente in Italia, sin da giovanissima ha mostrato un particolare interesse per i tessuti: realizzazione, tintura, e loro trasformazione in abiti sono le curiosità che l’accompagnano ancora oggi durante i suoi viaggi intorno al mondo.
Il suo stile di vita la porta ad essere particolarmente attenta all’impatto sull’ambiente, per questo motivo preferisce pubblicare i suoi libri in formato pdf onde evitare lo spreco di carta e di inchiostri inquinanti.

Le modelle e i modelli da lei scelti sono scelti in loco e rappresentativi delle varie differenze individuali, ed è particolarmente bello sapere che nelle foto indossano i propri vestiti o qualcosa prestato da Woolly stessa, rigorosamente di seconda mano.

In questo articolo abbiamo già parlato della raccolta fondi promossa da Wolly Wormhead a favore di Mutonia, la Comunità di artisti e performer dove vive, minacciata di sfratto.

Dove trovo i modelli di Woolly Wormhead?

I modelli di Woolly disponibili su Ravelry sono davvero tanti, e li trovate seguendo questo link.

L’ultima pubblicazione di Woolly Wormhead è il famosissimo e-book “Elemental“. Tra i 5 modelli presenti nella raccolta il più realizzato (più di 250 progetti su Raverly) è “Toph“, ed è anche il mio preferito.

Toph di Woolly Wormhead

Toph, cappello della raccolta”Elemental””Classic Woolly Toppers” raccoglie altri 10 modelli di cappelli, fa cui spicca il bellissimo berretto con visiera “Camdem Cap“.

camdem Cap di Woolly Wormhead

Un berretto con visiera contenuto  in “Classic Woolly Toppers”

Se cercate modelli di cappelli per bambini e bambine, diverso dai soliti, potete consultare le raccolte “Bambeanies” oppure “Painted Woolly Toppers for kids“, o ancora “Wee Wolly Toppers“.

Kelvinside di Woolly Wormhead

Berretto per ragazzo presente in “Painted Woolly Toppers for Kids”

Per concludere, ecco tre modelli unisex, semplici ma non banali: “Chevron Beanie“, “Slipped Ridge” e “Dakke“.

Per iscrivervi alla mailing list di Woolly Wormhead, ed essere sempre aggiornate su novità, sconti ed altro, cliccate qui.

 

 

L'autrice

Debora Salza

Curiosa della maglia, sempre in cerca di nuove conoscenze